EPIGRAPHICA 2019: LE NORME REDAZIONALI

Riportiamo sotto le linee guida contenenti e le norme per la digitazione e redazione degli articoli del Periodico “Epigraphica” e i volumi della collana “Epigrafia e Antichità”.

Dall’Editore Fratelli Lega di Faenza

Scadenza 30 gennaio 2019

DIMENSIONE CORPI PER L’IMPAGINATO
– Summary e Riassunto: corpo 9 con interlinea 9,7 punti
– Testo: corpo 12 con interlinea 12,8 punti; capoverso di paragrafo rientrato di mm. 7
– Note: corpo 8 con interlinea 8,7 punti; capoverso di paragrafo rientrato di mm. 7
– Infratesto: corpo 10 con interlinea 11,7 punti; rientro dx e sx di mm. 7
– Testo Schede e Notizie: corpo 10 con interlinea 10,7 punti capoverso di paragrafo rientrato di mm. 7.
ABBREVIAZIONI E NORME REDAZIONALI
PER I COLLABORATORI DI «EPIGRAPHICA»
La redazione di «Epigraphica» desidera rispettare nei limiti del possibile le consuetudini e i criteri adottati dagli Autori,
anche nelle trascrizioni dei testi. Parole ed espressioni latine cui si faccia particolare riferimento negli articoli vengono
composte in corsivo.
Le citazioni bibliografiche vengono uniformate, ove possibile, secondo criteri di massima dei quali si danno alcuni esempi.
Monografie
A. CALDERINI, Aquileia romana, Milano 1930.
Articoli da periodici
M. GUARDUCCI, Intorno ad una iscrizione di Kenchreai, «Epigraphica», 1 1939, pp. 17-20.
Articoli da miscellanee
G. FORNI, Tribù romane e problemi connessi dal Biondo Flavio al Mommsen, in Studi di Storia Antica
in mem. di Luca de Regibus, Genova 1969, pp. 17-90.
ABBREVIAZIONI DI USO COMUNE
art. cit. = articolo citato n., nn. = numero, numeri
c. … r = carta … recto nota, note = nota, note
c … v = carta … verso op. cit. = opera citata
cap., capp. = capitolo, capitoli p., pp. = pagina, pagine
cfr. = confronta r., rr. = riga, righe
col., coll. = colonna, colonne s., ss. = seguente, seguenti
f., ff = foglio, fogli tav., tavv. = tavola, tavole
fig., figg. = figura, figure v., vv. = verso, versi
ibid. = ibidem vd. = vedi
linea, linee= linea, linee vol., voll. = volume, volumi
ABBREVIAZIONI ADOTTATE PER OPERE FREQUENTEMENTE CITATE
AEp = «Année Epigraphique»
BEp = «Bulletin Epigraphique»
CIE = Corpus inscriptionum Etruscarum
CIG = Corpus inscriptionum Graecarum
CIL = Corpus inscriptionum Latinarum
CLE = Carmina Latina epigraphica, ed Bücheler
DESSAU = H. DESSAU, Inscriptiones Latinae selectae
DictAnt = DAREMBERG – SAGLIO, Dictionnaire des antiquités grecques et romaines
DITTENBERGER = W. DITTENBERGER, Sylloge inscriptionum Graecarum, III ed.
DizEp = Dizionario epigrafico di antichità romane
EphEp = «Ephemeris Epigraphica»
HEp = «Hispania Epigraphica»
IG, IG2 = Inscriptiones Graecae (e editio minor)
IGR = Inscriptiones Graecae ad res Romanas pertinentes
IGUR = Inscriptiones Graecae urbis Romae
ILLRP = Inscriptiones Latinae liberae reipublicae
InscrIt = Inscriptiones Italiae
NotSc = «Notizie degli Scavi di Antichità»
OGIS = Orientis Graeci inscriptiones selectae
PIR, PIR2 = Prosopographia imperi Romani, I e II ed.
PW = PAULY – WISSOWA, Realencyclopädie
SEG = «Supplementum Epigraphicum Graecum»
SupplIt = Supplementa Italica
ZPE = «Zeitschrift für Papyrologie und Epigraphik»
Per altre abbreviazioni, si raccomanda di usare sigle facilmente comprensibili.

La scadenza per Epigraphica 2019

La scadenza per la consegna degli articoli per Epigraphica 2019 è fissata per il 30 gennaio 2019.

Il volume sarà edito come di consueto dalle Edizioni F.lli Lega di Faenza

Attilio Mastino
Direttore

contatti: mastino@uniss.it / cell. 335 6308862